Security
Now Reading
Il Dipartimento di Giustizia statunitense potrebbe obbligare Apple a decifrare i dati dei propri dispositivi
0

Il Dipartimento di Giustizia statunitense potrebbe obbligare Apple a decifrare i dati dei propri dispositivi

Nell’ambito di un procedimento penale, il Dipartimento di Giustizia statunitense ha chiesto ad Apple di decifrare il contenuto di un iPhone ricevendo un rifiuto con la motivazione che l’operazione sia tecnicamente impossibile e che, comunque, l’azienda non sia obbligata ad ottemperare alla richiesta. Il DoJ ha però inaugurato una nuova strategia che potrebbe avere ripercussioni importanti nel settore sia del software che dell’hardware, affermando che iOS, il sistema operativo degli iPhone, non sia di proprietà dell’utente che lo usa ma di Apple stessa che lo concede in licenza d’uso ai propri clienti, mantenendone la proprietà.

Le autorità statunitensi affermano che non è l’utente ad impedire loro di accedere ai dati ma il sistema operativo ed essendo quest’ultimo di proprietà della Apple, come la stessa azienda afferma chiaramente, è lei a dover ottemperare alla richiesta. L’azienda di Cupertino non può decidere di usare il tipo di licenza che adotta e che le consente di mantenere la proprietà del sistema operativo e beneficiare dei relativi vantaggi legali e poi scaricare qualsiasi responsabilità e la titolarità del sistema stesso per non ottemperare alle richieste delle autorità quando quest’ultimo sia cruciale nell’ambito dell’azione legale, secondo il parere legale fornito dal DoJ.

Questo punto di vista ha fatto sollevare il sopracciglio a molti nel settore del software perché se fosse considerato un argomento valido potrebbe mettere in discussione il modo in cui molte aziende di software commercializzano i propri prodotti. Oggi infatti molte aziende non vendono ma concedono in licenza d’uso il software che producono. Questo tipo di accordo fornisce alle aziende molti benefici, tra cui la proprietà del software e la possibilità di impedirne l’uso per coloro che violino i termini dell’accordo. Le licenze d’uso sono una eccezione importante nel panorama del rapporto tra produttori e clienti perché ad esempio non è consentito ad una azienda che produca auto di proibire l’uso del proprio prodotto ai clienti che violino determinate regole. All’atto della vendita, il prodotto diventa di proprietà dell’acquirente che lo usa come ritiene più opportuno. Con il software, il produttore mantiene un controllo decisivo sul proprio prodotto, soprattutto nel caso di dispositivi che non possono funzionare senza la loro controparte software.

La posizione del DoJ potrebbe quindi avere un impatto dirompente sul mercato del software e dell’hardware e sono in molti ad attendere con curiosità il verdetto della corte. Se il Dipartimento di Giustizia ne uscisse vincitore, le aziende di software e di hardware potrebbero essere obbligate a modificare in modo radicale il modo in cui vendono i propri prodotti per evitare una raffica di richieste dello stesso tipo. Le ripercussioni legali e pratiche di queste modifiche sarebbero sicuramente rilevanti, tanto da non poter essere valutate in questo momento.

 

What's your reaction?
Love It
0%
Interested
0%
Meh...
100%
What?
0%
Hate it
0%
Sad
0%
Laugh
0%
Sleep
0%
Wow !
0%
About The Author
The Server-Side Technology Staff
The Server-Side Technology Staff
You must unlearn what you have learned.

Leave a Response